Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI

Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Zona Notte Camere Da Letto CORNELIO CAPPELLINI Contemporaneo CORNELIO CAPPELLINI
Marca CORNELIO CAPPELLINI

Cornelio Cappellini handMADE IN ITALY

Dalla metà del secolo scorso la ditta Cornelio Cappellini è specializzata nella riedizione di sedie e mobili dei periodi passati grazie ad un sapiente utilizzo di tecniche costruttive e di finitura tramandate di generazione in generazione

 

E' il mondo in cui ho vissuto, è l'ambiente in cui vivo ma anche quello in cui vivrò fino all'ultimo dei miei giorni. Peccato che a questo tipo di meraviglie spesso finiamo per non mostrare piu' attenzione, magari travolti da un crescente uso di plastiche, metalli e tanti altri materiali strani dai nomi di difficile comprensione. Tutti materiali statici per natura e che l'uomo vuole rendere ancora piu statici. Il legno è invece materia viva capace di modificarsi nel tempo ed in grado di influenzare tutti e cinque i nostri sensi. Vedere ogni giorno colori e venature diversi di cosi tanti legni provenienti da ogni parte del mondo è una rarità che pochi oggi hanno la possibilità di assaporare: è uno stimolo continuo a riprodurre nuovi pezzi. Girato di spalle alla "sega a nastro" che a me piace chiamare ancora "brindella" sento il rumore del legno che viene intagliato. Non ho piu la necessità di voltarmi avendo imparato a riconoscere ogni essenza dal suono che emette: questo reparto è come un' orchestra che emette tanti suoni quonti sono i "musicisti" presenti. Quando ero piccolo amavo andare in segheria dove enormi tronchi da poco abbattuti venivano selezionati ed era proprio al di là di quell'enorme sega dai denti sempre affilati che assaporavo l'odore del legno di ciliegio appena tagliato: dolce, sincero. Chissà, forse un giorno potrei decidere per puro diletto di farne un profumo. Ed è quando un mobile giunge al termine di tutte le fasi di lavorazione del legno che provo una grande soddisfazione nell'accarezzarlo. Anche se credo di avero domato la natura so che non è cosi. Quel mobile continuerà a vivere nei secoli cambiando, seppur lentamente, tonalità o assorbendo umidità del luogo che lo circonda. La luce, il colore, l'umidità, il secco, continueranno per sempre a renderlo vivo.